Ultima modifica: 10 novembre 2016

Dove Siamo

 

SESSA AURUNCA – PROVINCIA DI CASERTA 

Fondata nell’ VIII sec a.c. dall’antica popolazione italica degli Aurunci, diventata, poi, in epoca romana “colonia” e “municipium”, Sessa Aurunca ha vissuto la sua storia in una felice posizione territoriale: a destra la città allunga lo sguardo oltre la cupola rigogliosa del monte Ofelio, verso l’imbrifero bacino del Garigliano che, duraturo testimone di non dimenticate sofferenze belliche, come “nastro splendente” la separa dalle note città di Minturno, Formia, Gaeta; a sinistra, invece , il monte Massico, rigido spartiacque tra l’ager Falernus e il l’ager Vescinus scende a mezzogiorno in linea retta fino alla pianura di Mondragone. Di fronte si fa strada l’azzurro del Tirreno e in lontananza, verso ovest, “ nel velame diafano che si confonde con l’orizzonte, si intravedono, quasi scaglie di zaffiro più intenso, le isole Pontine”

Lo scavo del teatro romano di Sessa è stata sicuramente l’occasione per riconsegnare un enorme patrimonio culturale al popolo aurunco che sente fortemente suo questo monumento, come hanno testimoniato le migliaia di visitatori convenuti in ogni occasione di visita organizzata dalla Soprintendenza o da altri enti locali, con punte di circa duemila visitatori in u800olo giorno, fatto piuttosto eccezionale per un sito posto al di fuori dei consueti circuiti turistici. Ma è testimonianza anche delle potenzialità di quest’area che può associare un territorio ancora per alcuni tratti incontaminato a un importante patrimonio culturale in gran parte sconosciuto.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi